Fondazione

Le origini

Fondazione Social Venture persegue la sua missione nel solco tracciato da due storiche istituzioni del terzo settore

Fondazione Opere Sociali

Fondazione Opere Sociali (FOS) è stata istituita sul finire degli anni ‘50 dalla Cassa di Risparmio delle Province Lombarde per la fornitura di servizi nell’ambito dei servizi assistenziali nei confronti degli anziani e nel settore della formazione scolastica dei giovani. Negli ultimi anni la sua attività è stata legata alla gestione e valorizzazione della residenza studentesca di via Monneret De Villard a Milano.

Alla nascita della Fondazione, in risposta alle nuove istanze sociali, l’obiettivo è stato quello di destinare alcuni edifici a pensionato per operai. Poiché lo sviluppo dell’istruzione superiore determinava un sensibile aumento della popolazione universitaria, una particolare attenzione veniva riservata anche alla categoria dei “lavoratori del pensiero”, ossia gli studenti universitari che versavano in situazioni di disagio e alle cui esigenze si riteneva far fronte con l’istituzione di un apposito Centro Universitario dove potessero trovare accoglienza gli studenti più meritevoli.

Lo Statuto della Fondazione indicava quale scopo dell’ente “la qualificazione professionale e l’elevazione culturale e morale dei lavoratori” con possibilità di allargare il campo di intervento anche attraverso lo svolgimento di “attività a favore di altre categorie di persone meritevoli di assistenza”, anche attraverso “l’organizzazione di pensionati, di corsi di istruzione professionali, di biblioteche, di campi sportivi, etc.”.

La Fondazione raggiungeva pienamente le finalità che si era prefissata procedendo alla realizzazione di un Centro Universitario a Milano e di sette centri sociali, entrati in attività tra il 1962 e il 1969 ubicati a Novara, Monza, Varese, Lissone, Magenta, Brescia e Cernusco. Le risorse finanziarie della Fondazione erano sostanzialmente rappresentate dalle erogazioni annuali della Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde.

Verso la fine degli anni ’70 si registrava però un cambiamento di rotta. Da un lato veniva ritenuto non più sostenibile l’impegno economico che la gestione dei centri richiedeva; dall’altro, stanti i mutamenti socio-economici intervenuti nel corso degli anni, si arrivava alla conclusione che i vari centri sociali avessero esaurito la funzione per cui erano stati creati. Dopo aver ridotto, quindi, notevolmente il proprio ambito di azione, la Fondazione Opere Sociali continuava a perseguire le proprie finalità attraverso l’attività svolta dal Centro Universitario di Via Monneret de Villard che accoglieva gratuitamente e per concorso studenti presso le Università milanesi.

Successivamente, richiedendo l’immobile di Via Monneret de Villard rilevanti interventi di ristrutturazione, FOS ha ceduto nel 2013 il diritto di superficie per la durata di 33 anni a FHS e, nell’ambito della stessa operazione, nel 2016 ha ceduto la nuda proprietà al Fondo Immobiliare di Lombardia, gestito da InvestiRE SGR SpA che, contestualmente, ha acquisito il diritto di superficie da Fondazione Housing Sociale.

Fondazione Giordano Dell'Amore

Fondazione Giordano Dell’Amore (FGDA) è una fondazione di diritto privato che vede Fondazione Cariplo come fondatore e Fondazione CRT e Compagnia di San Paolo come co-fondatori. Istituita nel 1977, la fondazione era operativa già da un decennio: essa rappresenta l’evoluzione del Centro per l’Assistenza Finanziaria ai Paesi Africani (Finafrica), creato a Milano nel 1967 dal professor Giordano Dell’Amore, l’allora presidente della Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde e rettore dell’Università Bocconi.

Dal 2006 la Fondazione ha focalizzato le proprie attività sul settore della microfinanza e della finanza inclusiva, ridefinendo nel 2010 la propria missione:

“Attivare e catalizzare le competenze e le risorse degli attori italiani per sviluppare progetti e modelli d’intervento nel settore della microfinanza nei paesi industrializzati e nei paesi in via di sviluppo che siano in linea con le migliori pratiche consolidate e diano un contributo rilevante allo sviluppo e all’innovazione nel settore della microfinanza.”

Le principali attività della Fondazione sono state:

  • Organizzazione di workshop periodici su temi specifici di microfinanza caratterizzati da un taglio fortemente operativo, presentazioni di esperti settoriali (italiani e stranieri) e numero limitato di posti
  • Supporto nel disegno e progettazione di interventi di microfinanza, e nella ricerca di partner e finanziatori
  • Coordinamento di progetti particolarmente innovativi e ad alta rilevanza sistemica o promossi in partnership con i soci fondatori della Fondazione
  • Realizzazione di premi di buone pratiche in microfinanza a livello europeo (in collaborazione con la Rete Europea di Microfinanza) e internazionale rivolto a esperienze nei paesi del Sud del Mondo

In particolare, al fine di promuovere le migliori pratiche internazionali di microfinanza, la Fondazione ha istituito un Premio Europa e un Premio Internazionale:

Premio Europa, destinato a premiare esperienze di microfinanza nei paesi europei; ha frequenza annuale ed è realizzato in collaborazione con la Rete Europea di Microfinanza (European Microfinance Network – EMN). La cerimonia di premiazione ha luogo durante la Conferenza annuale della EMN organizzata a rotazione in varie città europee (la prima edizione del Premio è stata realizzata nel giugno del 2009 a Milano). Sono state realizzate 8 edizioni del Premio Europa

Premio Internazionale, rivolto a esperienze nei Paesi del Sud del mondo, realizzato ad anni alterni e focalizzato su tematiche centrali per lo sviluppo delle istituzioni di microfinanza. Sono state realizzate 3 edizioni del Premio Internazionale

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato su tutte le novità